Home Home

Un concorso intitolato a Cesare Trebeschi e rivolto agli studenti bresciani. Si chiama, non a caso, “L'Arte del bene comune” ed è un'iniziativa nata con l'obiettivo di presentare alle nuove generazioni la figura dell'avvocato Cesare Trebeschi che alla cura del bene comune ha dedicato una vita intera come politico e come amministratore.

Sindaco pragmatico, capace di uno sguardo visionario verso il  futuro, interprete di quel carattere tipicamente bresciano che è la dedizione al lavoro, precursore della cultura della sostenibilità, Cesare Trebeschi ha lasciato alla città una grande testimonianza di impegno civile.

La sua è una lezione di rigore e di coerenza che le otto realtà promotrici del concorso, Acque Bresciane, Associazione Artisti Bresciani, Laba, le Fondazioni AIB, ASM, Brescia Musei, Cogeme e Sipec, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Provinciale, vogliono trasmettere agli adolescenti di oggi.

Gli studenti degli Istituti superiori avranno la possibilità di conoscere la figura di Trebeschi; i suoi scritti e il racconto di chi l’ha conosciuto ispireranno la loro riflessione sulla sostenibilità, soprattutto culturale, valore fondamentale per la crescita di una società solidale e capace di dialogare per il bene comune e tema al centro del concorso.

Alle città oggi occorrono ideali e nuove prospettive, diceva l’avvocato. Non solo, aggiungiamo. Alle città oggi occorre coltivare la memoria di uomini come lui in grado di comunicare un senso di responsabilità sociale più che mai necessario

Inizio