Home Home

 

  1. Saranno accettate domande di contributo esclusivamente da soggetti, pubblici o privati, che svolgono attività senza scopo di lucro (per i soggetti privati, con esplicita previsione statutaria).
  2. Le domande di contributo devono essere inviate non oltre il 60° giorno precedente l’inizio dei progetti o la realizzazione degli eventi oggetto della richiesta.
    Il Consiglio di amministrazione valuterà esclusivamente le richieste pervenute almeno 15 giorni prima della data della riunione del Consiglio stesso.
  3. Ciascun ente può presentare un’unica domanda nell’arco dell’esercizio della Fondazione ASM (1 Luglio – 30 Giugno)
  4. L’esame delle richieste di contributo avviene attraverso l’attribuzione di una valutazione di attinenza dei progetti ai seguenti parametri:
    a. Pertinenza territoriale per luogo di realizzazione e utenza coinvolta: le zone territoriali a cui si riferiscono i progetti devono insistere nei territori delle province di Brescia e Bergamo ove A2A eroga i suoi servizi
    b. Pertinenza con le priorità indicate nella relazione programmatica annuale della Fondazione ASM
    c. Livello di coinvolgimento / partecipazione della cittadinanza
    d. Originalità / innovatività nell’ambito o settore di riferimento
    e. Capacità di costruire reti di collaborazione con altri soggetti
    f. Capacità di attrarre altri contributi / finanziamenti
    g. Visibilità offerta alla Fondazione ASM
    h. Rilevanza culturale e/o sociale complessiva
  5. La quantificazione finale del contributo avverrà con giudizio insindacabile del Consiglio, tenuto conto della valutazione di attinenza ai criteri di cui al punto 4, dell’entità/incidenza del contributo richiesto, del volume generale delle domande di contributo in essere e di quello delle domande riguardanti le singole aree e sotto-aree di intervento, nonché delle disponibilità finanziarie della Fondazione ASM.
  6. Le macro aree di intervento e le sotto aree individuate sono le seguenti:
    a. AMBIENTE
    a.1 Interventi di tutela, promozione, bonifica
    a.2 Progetti di educazione e sensibilizzazione
    a.3 Convegni
    b. SOCIALE
    b.1 Anziani
    b.2 Disabilità, disagio, pari opportunità
    b.3 Minori
    b.4 Sanità e servizi sociali
    b.5 Spazi e strumenti di comunità
    b.6 Sport
    b.7 Convegni
    c. SCUOLA UNIVERSITA’ RICERCA
    c.1 Università e ricerca
    c.2 Progetti formativi
    c.3 Pubblicazioni
    c.4 Interventi strutturali
    c.5 Convegni
    d. CULTURA
    d.1 Arte, mostre
    d.2 Cinema
    d.3 Danza
    d.4 Musica
    d.5 Teatro
    d.6 Interventi sul patrimonio artistico e culturale
    d.7 Altre iniziative culturali
    d.8 Convegni
    d.9 Pubblicazioni
    e. PROGETTI DELLA FONDAZIONE
  7. Fatti salvi i progetti e gli eventi di elevatissima rilevanza culturale e/o sociale, per i quali viene riconosciuta una deroga dal Consiglio, vengono stabiliti i seguenti criteri generali di ammissione e quantificazione dei contributi erogabili:
    7.1 Non è possibile chiedere contributi per progetti per i quali sono state richieste sponsorizzazioni o contribuzioni a A2A Spa o ad altra società del Gruppo A2A.
    7.2 Non saranno accolte domande di contributo provenienti da enti costituiti da meno di sei mesi.
    7.3 È possibile chiedere un contributo non superiore al 50% del costo complessivo indicato del progetto.
    7.4 Per ogni soggetto richiedente è possibile chiedere contributi in modo continuativo per un massimo di 5 anni consecutivi, passati i quali non saranno ammesse richieste di contributo per l’annualità successiva. Sarà comunque possibile, per tale annualità, richiedere il patrocinio gratuito della Fondazione ASM.
    7.5 Ogni soggetto può avanzare richiesta di contributo per il medesimo progetto/evento per non più di 3 anni consecutivi, passati i quali non saranno ammesse richieste di contributo per l’annualità successiva. Sarà comunque possibile, per tale annualità, richiedere il patrocinio gratuito della Fondazione ASM.
  8. La rendicontazione relativa ai progetti per i quali è stato assegnato un contributo superiore a Euro 3.000,00 dovrà essere corredata, oltre che dal dettaglio dei documenti fiscali, anche dalla copia della documentazione contabile fiscalmente valida comprovante le singole voci di spesa e di entrata.
  9. Per i progetti che prevedono la realizzazione di eventi con ingresso a pagamento, la rendicontazione dovrà essere corredata da copia dei permessi SIAE (ove obbligatori) e della modulistica di riepilogo degli ingressi e dei relativi incassi consegnata alla SIAE. I soggetti assegnatari di contributi da parte di Fondazione ASM per un importo superiore a Euro 3.000,00, se sono titolari di rapporti di lavoro (subordinato e/o di collaborazione), dovranno allegare alla rendicontazione il modello DURC in corso di validità.
  10. Non saranno accettate domande per progetti che prevedono un avanzo di gestione (risultato positivo della differenza tra totale delle entrate e totale delle spese), anche quando è prevista la destinazione di tale avanzo ad altre attività benefiche o di utilità sociale esterne al progetto stesso.
  11. Qualora un progetto si concluda evidenziando nella rendicontazione un risultato positivo non previsto al momento della domanda (ad esempio, per progetti che prevedono eventi con ingresso a pagamento, grazie ad incassi superiori al previsto), il contributo potrà essere decurtato di pari importo. Tale decurtazione non avrà luogo qualora il proponente dichiari l’intenzione di reinvestire l’avanzo nella successiva edizione del medesimo progetto/evento, impegnandosi a evidenziare tale importo tra le Entrate del Piano finanziario della eventuale successiva domanda di contributo.
  12. Qualora il totale delle spese rendicontate si discostasse notevolmente dal valore previsto in sede di domanda, il proponente è tenuto a motivare lo scostamento (ad esempio evidenziando una pari considerevole riduzione delle entrate da contributi). Laddove la riduzione del valore economico complessivo del progetto non sia riconducibile allo scostamento tra il contributo richiesto e quello ottenuto da Fondazione ASM (ovvero qualora il contributo erogato sia pari a quello richiesto, ma il progetto abbia subito un considerevole ridimensionamento rispetto ai valori previsti, tale da portare il contributo a superare la soglia del 50% del costo totale), è facoltà insindacabile della Fondazione ASM procedere a una rideterminazione del contributo erogabile.
  13. La rendicontazione dovrà essere inviata entro 90 giorni dalla chiusura del progetto / evento. Trascorso tale termine senza aver ricevuto motivata richiesta di proroga da parte del proponente, la Fondazione potrà procedere alla revoca del contributo assegnato. Qualora il progetto subisse un ritardo nell’avvio o nella chiusura rispetto a quanto dichiarato in fase di richiesta del contributo, è dovere del proponente comunicare alla Fondazione tempi e motivazioni del ritardo.
  14. Il contributo assegnato sarà erogabile entro e non oltre il termine massimo di un anno e quattro mesi dalla data della delibera di assegnazione. Trascorso tale termine in assenza di rendicontazione la Fondazione potrà procedere alla revoca del contributo assegnato. Da tale termine sono escluse le domande per progetti pluriennali.