Home Home

Fondazione Asm, operando come agente di sviluppo complessivo della cittadinanza e come fattore di integrazione, ha ospitato lo spettacolo "Il Fiore della Corruzione”, realizzato dalla Residenza di produzione teatrale IDRA con alcuni giovani immigrati e ideato per piccoli spazi, con un pubblico ridotto, per superare barriere ideologiche e pregiudizi, creando quell’intimità tra attore e spettatore che facilita il riconoscimento reciproco.

Attraverso la performing art si è inteso favorire l’integrazione sociale e culturale dei migranti nei territori di arrivo. Il migrante è stato reso un partecipante attivo in quanto portatore di storie, sia relative al proprio viaggio, sia quale memoria vivente dei paesi di provenienza, ribaltando quindi la prospettiva dello stereotipo per cui il migrante è un fruitore passivo. Il migrante diviene quindi attore consapevole di un processo di  scambio e di cambiamento.

Lo spettacolo si inserisce nel progetto Intimate Bridges, che ha l’obiettivo di gettare un ponte attraverso l’arte e costruire attraverso l’arte del teatro una relazione forte ed intima tra le generazioni di giovani immigrati e la popolazione autoctona. Questo progetto, vincitore dell’Avviso pubblico MigrArti 2015 del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, sostenuto dal Comune di Brescia, dal 2018 è inserito nelle iniziative del Collettivo ExtraOrdinario.

 

Inizio